Terza tappa della Coppa del Mondo Slalom da domani a Praga


Un gruppo di professionisti con esperienza, passione e competenza. Ecco in breve che cos'è l'organizzazione della terza tappa di coppa del mondo in quel di Praga. Bravi sotto ogni aspetto, ognuno con il suo ruolo e tutti uniti per un unico obiettivo.
La cura dei particolari poi esalta un lavoro complesso come quello di organizzare una gara di canoa slalom di questo livello. La serata di ieri sera ne è testimone  nella casa del sindaco per la consegna dei pettorali agli atleti più rappresentativi. Il buffet ricco è stato  molto apprezzato da tutti i team leader e coaches presenti. I buoni vini offerti aprono a dialoghi con il mondo intero in un inglese che ad ogni bicchiere migliora e la lingua non sembra più essere una barriera tra le varie nazionali.  Loro, i cechi, riescono ad esaltare al massimo questo sport, attirando attenzione e mettendo sotto torchio anche le amministrazioni pubbliche e  politiche che ben felici collaborano per rendere magico questo momento.
Il campo di gara, oggi e dopo una settimana di lavoro indefesso,  è un salotto arredato di tutto punto per attirare il pubblico e per mettere nel massimo confort atleti e operatori vari. Un budello di acqua tra due strisce di sponsor, su un canale dal concetto idraulico molto semplice, ma dal punto di vista tecnico molto interessante ed impegnativo. Montate anche due torri gigantesche con i pali innocenti e collegate tra loro con cavi d'acciaio per far scorrere una telecamera volante che ci regalerà immagini incantevoli. La zona premiazioni è stata spostata a metà canale per non obbligare le persone, che saranno presenti nel week-end, a raggiungere la boat-house per assistere alla consegna delle medaglie. Insomma sembra tutto veramente perfetto come sempre e come sempre mai ripetitivo. C'è sempre qualche elemento nuovo e stimolante.  Evidentemente le 12 edizioni di coppa che già si sono svolte qui e i due campionati del mondo (2006/2013) hanno portato i loro frutti. Credo, anzi ne ho la matematica certezza, che solo La Seu d'Ugell possa vantare tale record con così tante edizioni di coppa organizzate. Mentre il record di campionati del mondo organizzati nella stessa località lo condividono  Merano (1953, 1971 e  1983), Tacen (1955, 1991 e 2010) e Augsburg (1957, 1985, 2003).

La coppa del mondo quest'anno è stato un crescendo continuo. Londra non ha lesinato nulla per ripresentarsi al mondo canoistico in gran forma dopo i giochi Olimpici del 2012. Tacen è sempre Tacen e se pur magari sfruttando strutture antiche riescono sempre a mettere in piedi una evento molto bello, non facendo neppure mancare qualche novità. Quest'anno la torre che ospitava la zona vip e sponsor vari è stata una piacevole sorpresa.

Tanti sforzi dai comitati organizzatori, forse non ripagati a sufficienza dalle squadre e da una logica che non riesco a capire. La Coppa, in altri sport, ha quasi più importanza del campionato del mondo, noi invece la snobbiamo un pochino. Per riportarla in auge basterebbe prendere il ranking per i Giochi Olimpici e le cose cambierebbero in un batter d'occhio!

Da domani si torna in acqua con la solita formula e cioè tutto venerdì dedicato alle qualifiche e poi sabato semifinali e finali per C1W,C1M e K1M, più gare a squadre. Domenica K1W e C2, poi la festa di fine prima parte di Coppa del mondo. Sul programma c'è scritto l'ora di inizio e per l'ora della fine ci sono solo tre punti di domanda! Ecco un altro particolare e ovviamente anche qui i cechi sono insuperabili

Occhio all'onda!

0 commenti:

Posta un commento