Londra e parte la Coppa del Mondo di Slalom

Quando arrivo su quest'isola ci sono due cose che devo assolutamente fare. La prima è comprarmi i biscotti Fox's e la seconda fare un salto a Buckingham Palace a salutare la Regina o meglio a vedere se per caso si affaccia e così magari la saluto. I biscotti al cioccolato  hanno origini lontane quando cioè  nel West Yorskire nel 1853  un certo Michael Speeding, panettiere di professione, si inventò questa prelibatezza.
 

A parte ciò sono stato impressionato dall'impianto olimpico che avevo visto per l'ultima volta il giorno per l'appunto delle Olimpiadi nel 2012. In poco tempo quest'area si è trasformata e pullula di energia e di gente che si muove e fa sport. Le tribune impiantate per l'occasione a cinque cerchi sono state ovviamente rimosse e al loro posto una serie di gradoni in terra e erba che rendono il paesaggio ancora più morbido e integrato con il parco di Lee Valley. 
Dove era collocato il centro elaborazioni dati, e cioè in zona arrivo, a suo tempo fatto di prefabbricati, è sorto un bar con relativo ristorante. Il tutto in legno e muratura anche questo molto ben curato. Il centro è diventato un parco aperto al pubblico che può tranquillamente entrare per fare attività o semplicemente per passeggiare o consumare qualche cosa da bere o da mangiare.  Il canale poi funziona a meraviglia con tanta gente che pagaia su canoe o su rafting. Conversando con alcuni amici inglesi mi spiegavano che è l'unico impianto olimpico londinese da cui ricavano utili e in poco tempo le spese che sono state necessarie per la sua costruzione vengono ammortizzate alla grande. In effetti di gente che pagaia ce n'è molta e la cosa interessante è che sono di tutte le età e certamente non tutti sono ex atleti. Certo poi magari non ti regalano nulla, pensate che per lasciare la canoa sotto una tettoia di chiedono 3 pounds e per pagaiare sul laghetto di sterline ce ne vogliono 5 contro le 10 che invece costa allenarsi per un ora sul canale olimpico. Ma per far funzionare le cose ci vuole organizzazione e rigidità nel far rispettare le regole. Come sempre per avvicinarti agli atleti in acqua devi indossare il salvagente e il controllo sul tempo e su chi occupa lo spazio è a tappeto. Personale a bizzeffe, sempre in divisa e sempre senza un che minimo di elasticità mentale. Inglesi sono e inglesi resteranno.
Da lunedì 2 giugno (festa della Repubblica per noi italiani, anche se residenti all'estero) parte ufficialmente la settimana della prima gara di coppa del mondo. Oggi abbiamo già visto in acqua qualche stella a strisce acquisita, nonché qualche reduce dagli europei,  che finita anzitempo la sfida continentale, ha pensato bene di guadagnare qualche giorno di allenamento qui su questo magnifico impianto per rifarsi di gare non andate come sperate. Non ho parlato molto degli europei di slalom, anzi per la verità non ho detto nulla. Beh! il tempo è tiranno e si sa che non è facile seguire tutto anche se ovviamente ho seguito le gare in diretta su internet.

Devo dire che effettivamente i biscotti sono buoni anche prima di andare a letto, magari domani vedrò di adempiere  i miei doveri con sua maestà, chissà mai che ci scappi un tè assieme... visto che i biscotti posso portarli io!

Occhio all'onda!


0 commenti:

Posta un commento