Ranking ICF e campionati italiani slalom assoluti

Ranking ICF K1 men

Ranking ICF K1 women

Il sistema di ranking ICF non è male, ma è un pochino artificioso e a volte poco rispecchia la effettiva realtà in campo. In sostanza viene aggiornato 4 volte all'anno e vengono prese le migliori 5 gare del ranking sulle 44 utili degli ultimi  2 anni.
L'ultimo aggiornamento è di pochi giorni fa e alcune cose sono cambiate come ad esempi nel kayak maschile. Prende la testa Fabian Dorfler grazie la vittoria in coppa a Tacen di qualche settimana fa. Se noi però andiamo a vedere quali sono le 5 gare che contribuiscono al risultato dobbiamo risalire alla coppa del mondo di Praga del 2012. Alle sue spalle i suoi compatrioti  Schubert (vincitore della coppa dello scorso anno) e terzo Hannes Aigner attuale leader provvisorio in Coppa nel K1 con 136 punti, 11 di vantaggio sul ceco Vit Prindis. Il primo italiano nel ranking è Daniele Molmenti sedicesimo e solo ventiquattresimo Giovanni De Gennaro su 423 inseriti nel ranking ICF, mentre in coppa  il neo-campione italiano è al 7^ posto con 92 punti. A proposito di Campionati Italiani senior di Slalom andiamo a dare un'occhiata a cosa è successo in Val di Sole giusto in questo week-end e facciamo una prima analisi.
 

Hanno partecipato 41 barche  gara per 35 atleti effettivi. Le società presenti 15 di cui 12 hanno disputato con i loro atleti la finale di domenica.
22 i K1 uomini, 6 nel kayak femminile, 11 C1 e 2 C2. Le gare a squadre hanno visto 3 società al via nel K1 uomini e 1 nel k1 donne.
Neppure l'ombra di donne in canadese e gare a squadre per C1 men, C2 e C1 donne.
Partecipazione piuttosto scarsa nel complesso, poi sono mancati nomi di prestigio come Molmenti, Horn e Colazingari oltre a Ivaldi fermo per problemi fisici. Uno dei  motivi di questi numeri esigui è sicuramente la scelta della data per questo campionato italiano decisamente fuori luogo, considerando il fatto che molti atleti che avrebbero potuto partecipare sono già in Macedonia per i campionati europei junior e U23. Mi chiedo se nel momento della stesura dei calendari non si pensi a ciò. La stessa cosa si ripete costantemente con i calendari junior inserendo il campionato italiano di questa categoria a maggio in piena attività scuole per le ultime verifiche dell'anno. Il campionato italiano, massimo obiettivo per un giovane, deve essere posto a fine stagione quando cioè questi atleti hanno sfruttato al massimo le vacanze estive per allenarsi e crescere sportivamente.
Le prime considerazioni tecniche evidenziano settori decisamente in crisi considerando il fatto che entrano in finale ultra quarantenni con distacchi abissali. Il settore femminile è alla frutta senza togliere nulla alla bella e sorridente Angela Prendin, comunque una grande amica,  che da alcuni anni ha smesso di pagaiare e oggi si ripresenta e indossa la maglia di campione d'Italia.
Società professionistiche, finanziate dai contribuenti, che stipendiano tre addetti nel centro a loro disposizione e poi schierano al via un solo atleta. Qualcuno dovrebbe pur renderne conto in questi tempi di tagli globali! Senza considerare poi che escono concorsi per atleti e l'unico sport che non chiede rinforzi nel settore è la canoa slalom. 

Ma torniamo al ranking internazionale e anche nel settore femminile cambiamenti al vertice. Dukatova fa due salti e prende la testa davanti a Fer e un passo avanti anche per Fox che passa dal quarto al terzo posto. Passo avanti anche per l'austriaca Kuhnle che dal 7^ passa al 4^ posto. Retrocede  Kudejova di un posto. Prima italiana 19^ Horn.
Nella canadese monoposto vertice invariato con il solito Florence seguito da Slafkovsky. Il vero salto in avanti dal 13esimo al 3^ posto lo fa un certo Michal Martikan che prende la testa in coppa con 165 punti su Savsek e Florence.
Primo italiano nel ranking ICF Cipressi 18esimo mentre in coppa è 12esimo.

Gli Hochschorner perdono il primo posto nel ranking e finiscono al 5^ posto e lasciano lo scettro a Klaus/Pesche. Gli Skantar, primi in Coppa,  fanno un salto di 3 posizioni e si piazzano in secondi davanti  e Bozic/Taljat che guadagnando un punto. 

Fox sempre al comando nella canadese monoposto femminile.


Occhio all'onda!


0 commenti:

Posta un commento