Qualifiche della prima gara di Coppa in archivio


Si gode non poco a guardare i migliori kayak in acqua e  ancora di più quando si gareggia praticamente con la certezza di passare il turno. I padroni di casa, Hradilek, Prskavec, Prindis e Tunka  ci hanno deliziato con veroniche stratosferiche e gesti da manuale del perfetto slalomista. Compendi di saggezza tattica e strategica oltre ovviamente a veri e propri trattati di funambolismo sconfinando nell’acrobatismo acquatico di  raffinato livello. Quindi la prima manche di qualifica decisamente nella norma anche se il primo posto se lo porta a casa un Lucien Delfour incredulo capace di avere la meglio sui quattro moschettieri cechi. Bene i nostri italiani con Zeno Ivaldi che con un 80,52 si piazza al  12esimo posto, De Gennaro poco più distante e Weger qualificato con una manche di alto livello.  Se poi si considera il fatto che nello stesso secondo ci stanno altri 11 atleti  si riesce a capire bene il livello degli  slalomisti in gara.
C1 donne dominate dall’austriaca Nadine Weratsching che vince con un 22% dal miglior K1 uomini, ma ci si qualifica con un distacco dalla prima di oltre 20 secondi pari al 48%! Le ragazze sono in crescita, ma chissà quando si capirà che necessitano di tracciati esclusivamente per loro se vogliamo dare competitività a tutta la specialità.
Nel K1 donne la prima manche lascia fuori la campionessa olimpica che è costretta a ritornare in acqua e sfoderare la sua classe per passare il turno. Questo ci insegna che non bisogna mai abbassare la guardia. Brava Stefy Horn che dopo una settimana con qualche problema fisico rinasce piazzando una manche pressoché perfetta tanto da mettere tutta la concorrenza in fila.
Bravo Raffy Ivaldi che aggredisce ogni porta, mantiene concentrazione e finisce la sua gara al settimo posto. Mi è piaciuta la sua passata in acqua sempre molto attiva tanto quanto la sua postura in ogni porta. 
Slafkovsky si può permettere pure di smettere di pagaiare a qualche metro dal traguardo e vincere sullo spagnolo Elosegi senza problemi.

Non dico nulla sui C2 perché tutti passano in semifinale e per loro la discesa di oggi è stata una sorta di riscaldamento generale.

La giornata, iniziata alle 8, finirà dopo le 21 considerando il fatto che restiamo sul campo a filmare gli apripista sul percorso di domani. Cena posticipata opteremo per un pizza da Giovanni o hamburger con birra!

Occhio all’onda!

0 commenti:

Posta un commento