Porte azzurre per il C1 donne


La giornata è stata più lunga del previsto considerando il fatto che ci sono state diverse osservazioni in relazione alle proposte che i tracciatori avevano fatto per il percorso di semifinale e finale. Alla fine per fortuna è prevalso il buon senso ridimensionando il tracciato in qualche cosa di fattibile anche se a mio modesto avviso decisamente poco scorrevole e spettacolare. Ci si ostina a non avere regole e si pensa che lo show e l’abilità si mette in mostra solo se le porte vengono messe contro il senso naturale dell’acqua. La semplicità è l'aspetto che paga sempre e che permette di esaltare la velocità,  unico aspetto che chiunque può capire ed apprezzare.
Grossa novità poi con le porte azzurre, anche se dovrebbero essere di color rosa, visto che indicano la possibilità da parte delle canadesi femminili di non farle. In questo caso specifico saranno le porte 7 e 16 che sono sembrate alla commissione ICF dello slalom troppo impegnative, ecco quindi l’opzione di segnare come porta opzionale anche se il regolamento non lo prevederebbe.
I kayak uomini dimostrano ancora una volta che sono in molti a giocarsi i posti in semifinali e anche i big hanno dovuto rimediare ad errori vistosi per passare il turno. Giostra invece per le donne in canadese, ecco quindi la novità per semifinale e finale, ma questo non dovrebbe accadere poiché non ha senso farle gareggiare sugli stessi percorsi delle altre categorie. Bisogna effettivamente riconoscere il valore diverso e pensare a qualche cosa di specifico per il settore al fine di non arrivare a ridicolizzare le loro discese. Altro limite dovrebbe essere la partecipazione aperta  alla Coppa del Mondo per evitare di far fare esperienza in malo modo a nazioni che prima devono trovare la loro identità in gare internazionali di minor livello. Si rischia altrimenti di bruciarle e farle smettere ancora prima che incominciano.

Domani quindi aspettiamoci gare piuttosto difficili dove tutto potrà accadere, ma questo è lo slalom e questo è lo spettacolo più bello al mondo!

Occhio all’onda!

per seguire la diretta clicca qui










 

0 commenti:

Posta un commento