Prossimo appuntamento Coppa del Mondo di Slalom

I cani camminano senza guinzaglio e aspettano i padroni agli incroci o ai semafori e quando incontrano  i loro simili si guardano con indifferenza. Le piste ciclabili seguono il fiume e ogni tanto trovi colonnine per riparare o sistemare i mezzi a pedali con tanto di pompa in caso di necessità. La gente si muove sui pattini, le mamme spingono passeggini aerodinamici  per poter correre senza fatica. La gente sorride e infonde serenità. La stessa  gente vestita strana, ma che qui non lo è. Un canale che  è pieno di colori a tutte le ore del giorno. La canoa spesso e volentieri è al centro di tutto.
Questa è Praga, questa è la Repubblica Ceca un paese bello, fresco, tranquillo e pieno di idee e voglia di vivere. Energia allo stato puro nel rispetto degli spazi altrui. Certo poi sul campo da slalom c’è qualche arrabbiatura (avrei voluto scrivere incazzatura) perché a metà allenamento ti spostano le porte e arrivano i rafting, ma è anche inutile restarci male: siamo a casa loro e c’è da dargli merito che hanno avuto la  capacità di far fare al nostro sport un salto di qualità, quindi anche queste piccole cose le accettiamo pure noi con il sorriso.
Questo week-end sarà dedicato ai campionati cechi di slalom che valgono pure come prova di Coppa nazionale. Saranno tanti gli atleti in gara, noi non potremo allenarci, ma ci sarà la possibilità di guardare ed imparare da questo movimento sportivo modello per molti. Il campione del mondo Jira Prskavec e medaglia olimpica a Rio 2016 oggi guidava la macchinetta elettrica sul canale per portare transenne e affini sul tracciato. Vávra Hradilek lo abbiamo visto sul gommone e Rohan padre (l’allenatore) ha passato il resto della  mattina, dopo l’allenamento tra le 8 e le 9, sulla macchina tagliaerba per preparare il campo dove verrà organizzato il « villaggio atleti », che dopo quello di Pau  ritengo il meglio organizzato e confortevole per i partecipanti.
Impressionante i numeri in gara per il campionato nazionale ceco: 31 donne in kayak, 44 kayak maschili, 19 C2 uomini, 7 C2 Mix, 18 C1 donne e 44 C1 uomini, facile capire che con questa disponibilità... « uno su mille ce la fa »!
Il canale è stato leggermente modificato e secondo me ora  l’acqua è più velcoe, infatti elimnado alcuni riccioli di ritorno si permette un flusso verso valle più rapido. Così facendo si dà più continuità alla corrente rendendo il percorso più scorrevole e di conseguenza più veloce.
Da lunedì 12 giugno si inizia con orari ufficiali per l’allenamento; di gare inizieremo a parlarne  solo da venerdì 16 con tutte le  prove di qualifica. 

C'è ancora una nota che voglio condividere ed è l'abbraccione che Pepe e Ana mi hanno riservato appena ci siamo rivisti. Li avevo lasciati proprio qui a Praga a settembre  lo scorso anno dopo la coppa del mondo e già si ventilava l'idea che non averei proseguito ad allenarli, per tutta una serie di motivi. Non è stato facile nè per loro nè per me, ma alla fine credo che  sia rimasta intatta la nostra amicizia che comunque vada resterà a lungo con reciproca stima.

Occhio all’onda! 



Katerina Hoskova è diventata mamma  da appena 3 settimane ed è già tornata  in canoa ad allenarsi

con Ana appena arriva in Europa


 
Colonnina per la manutenzione delle biciclette e affini

0 commenti:

Posta un commento