Un giro in R4

Shuji Shimoji Yamanaka - direttore tecnico

squadra nazionale giapponese canoa slalom

seduto in tribuna

Questa mattina, considerando il fatto che è domenica e che ci siamo presi un giorno di completo distacco dal canale di slalom prima della grande chermes mondiale, sono sceso un pochino tardi a fare colazione. Il caso ha voluto che la prima persona che ho incontrato sia stata Shuji Shimoji Yamanaka che mi ha accolto con un sorriso a 32 denti, ammesso e concesso che gli siano cresciuti anche quelli del giudizio. Io lì per lì sono rimasto un tantino sorpreso, poi quasi magicamente ho operato un’operazione matematica: due + due fa quattro e mi sono illuminato. Tokyo 2020, Shuji giapponese! Uhauuuu 31esima olimpiade sarà nella sua città, nella sua nazione. Tornerà dopo 56 anni  da quel lontano 1964 - avevo due anni -  ed entrerà in quel ristretto gruppetto di città che sono riuscite ad avere i giochi per ben 2 volte. Atene, Los Angeles e per  l’appunto Tokyo. Solo Londra ha avuto 3 edizioni nel 1908, nel 1948 e nel 2012.  
Mi sono affrettato a stringergli la mano e a complimentarmi. Lui ha fatto di più mi ha abbracciato e  mi ha detto: “the best wishes directly from Rio is a great honor”.  Ed in effetti siamo passati in un attimo al 21 agosto del 2016 quando si chiuderanno i primi Giochi Olimpici disputati in Sud America e si apriranno quelli giapponesi. Una sorta di consegna simbolica della bandiera olimpica simbolo di pace e gioia.  Già in questa domenica che mi lascia tanto amaro in bocca con il terrore di una guerra annunciata in Siria e con il povero Bergoglio che ogni giorno che passa lo sento sempre più vicino. Un papa che è più un papà per tutti noi. Un uomo che prende  la mitica R4 per raggiungere i fedeli in piazza e condivide in mezzo a noi questi momenti drammatici voluti solo per ragioni economiche. Caro Barack, non farti influenzare dai  poteri subdoli di chi ti racconta che si risolve tutto con le armi.  Vai a farti un giro  sull’R4 e magari chiama il tuo amico  Vladimir. Non ti preoccupare  Francesco è un gran pilota e poi l'auto ce l'ha messa Don Renzo quindi una garanzia doppia! Buona domenica a tutti - 

Occhio all'onda! 

0 commenti:

Posta un commento