Le Festival de l'Eau Vive

Gli uomini che desiderano conoscere il mondo
devono imparare a conoscerlo nei particolari.
Eraclito (filosofo greco antico 535 a.C. - 475 a.C.)



Ne vogliamo parlare oppure no del podio che fa bella mostra di sé giusto all'arrivo del canale di Pau? Anche un piccolo particolare  è fonte di uno studio attento e specifico e ricorda una delle tante onde di un tracciato che si inserisce a lato del fiume in maniera molto naturale e senza nessun impatto ambientale. Infatti per creare morte , riccioli e giochi d'acqua non sono stati usati i classici blocchi in plastica verdi o azzurri, ma pietre naturali e l'effetto è quello di un torrente alpino. Il canale si alimenta con il fiume quando ha acqua a sufficienza altrimenti ci sono le pompe per garantire il regolare  funzionamento... piacerebbe anche al mio amico Carlo Alberto!

Il coinvolgimento totale è l'altra arma di cui dispongono i bianchi di Francia, considerate infatti che molti servizi sono coperti da persone anziane magari già in pensione che sono ben felici di aiutare e di essere protagonisti in una manifestazione così grande e con una risonanza mondiale; c'è pure un manuale: "Guide volontaires" dove chi fosse interessato può avere tutte le informazioni per fare parte integrante di questa macchina organizzativa che non lascia nulla al caso o all'improvvisazione.  Poi ci sono le scolaresche che puntuali arrivano ogni giorno sul campo di gara guidate dai loro insegnati che vengono affiancati da uno o più atleti della squadra nazionale ottenendo così un doppio risultato: il primo è quello di istruire le nuove generazioni in modo preciso e corretto e il secondo è quello di far conoscere ai giovani i campioni della canoa offrendo modelli da imitare e seguire.  C'è un enorme tendone della Fédération Française de Canoë-Kayak (FFCK) ed é ovviamente posizionato nel miglior posto possibile  con la funzione di accogliere gli associati, i club,  gli atleti e i supporter e c'è pure una altro stand chiamato "Defis Zone" letteralmente "Zona delle Sfide" sempre ad opera della FFCK dedicato all'animazione nautica per grandi e piccoli che dura tutta la settimana in quello che viene chiamato "Le Festival de l'Eau Vive"... "Il Festival dell'Acqua Viva".
Non ho detto nulla sulla promozione che ha invaso tutta la città. Manifesti ovunque giganteschi sulle strade di accesso alla cittadina francese e poi  in centro ci si sbizzarrisce con ogni forma di pubblicità. Di notte la foto del manifesto che è quella di Paul Graton (Campione del mondo sprint  2015 a Vienna) si illumina a giorno.
Siamo solo a martedì, non so se arriverò a domenica perché qui è un crescendo di emozioni ed eventi e speriamo che il cuore regga!

Occhio all'onda!




0 commenti:

Posta un commento