Inizia la stagione di gare

sulla sinistra Peri Guerrero con il suo atleta José Carvalho
Lungo week-end di gare quello in corso tra selezioni inglesi, brasiliane, coppa del Segre e una gara in quel di Skopje in Macedonia di cui non so nulla.  La Pasqua non ferma le competizioni tanto più che la stagione agonistica si sta avvicinando a grandi passi e la voglia di gare è tanta.

Da Lee Valley non arrivano grosse novità dopo due giorni di prove. Infatti si confermano  ad una giornata dal termine i nomi più importanti come Florence/Hounslow in C2, entrambi già qualificati anche rispettivamente in C1 e K1, e il rientro alle gare dopo l'infortunio dello scorso anno di Lizzie Neave, nella categoria del Kayak femminile dove era già qualificata la vice-campionessa del mondo Fiona Pennie che non ha gareggiato, ma si è limitata ad osservare le compagne in gara. La scozzese, giusto una settimana prima, aveva esordito a Markkleeberg (Germania) dove era finita terza dietro a Kuhnle e Funk. In finale erano presenti Melanie Pfeifer, bronzo iridato 2014 in USA, Maialen Chourraut, bronzo olimpico, Viktoria Wolffhard, 3^ europei 2013, l'inossidabile Hilgertova Stepanka non la nipote Emalie, che il prossimo 10 aprile compierà 47 anni! A questo drappello c'è da aggiungerci Kudejova, già campionessa del mondo U23 nel 2013, Galuskova, argento europei 2014, ed infine Leitner. Salta all'occhio il fatto di vedere tre austriache in finale che testimoniano il buon lavoro fatto e portato avanti dai tecnici  Saiber e da Abramic, rispettivamente tedesco e sloveno.
Ma torniamo sull'isola di sua maestà la regina... ah dimenticavo siamo tutti in attesa della nascita del secondogenito della casa reale, anche se si mormora che sia femmina. Kate sembra aver fatto una confidenza ad un'amica che se così fosse le piacerebbe chiamarla Alice. Contrastante però la voce ufficiale del biografo di famiglia che sostiene che verrà chiamata Elizabeth Diana per ricordare la "principessa triste" scomparsa tragicamente 17 anni fa a Parigi. Ci sono comunque scommesse in corso sul nome del secondo "royal baby". Mi sono perso, dicevo: sorpresa nel C2 inglese! Vediamo un po'. Il campione olimpico Etienne Stott,  dopo l'abbandono del compagno di barca Timothy Baillie, oggi padre del piccolo Stewie avuto dalla moglie Sara Boudens, sembrava destinato anche lui ad un forzato abbandono. Ha trovato però nel suo cammino un buon C1 come Mark Proctor disposto a seguirlo in una nuova avventura a due. Così l'oro di Londra e il 27enne nato nel nord-ovest dell'Inghilterra, si sono messi assieme e hanno dato vita a questo nuovo C2 che sembra aver iniziato a pagaiare bene proprio da queste selezioni. Staremo a vedere a livello internazionale se confermeranno questa loro buona prima uscita. Chi invece sembra tagliato fuori ad una gara dal termine è Tom Brady che molto probabilmente verrà superato dal giovane U23 Bradley Forbes-Cryans. Mentre già in squadra Joe Clarke e come detto Richard Hounslow. Brady probabilmente si è perso a seguire le sue ambizioni da modello fotografico che evidentemente gli hanno fatto perdere tempo ed energie rubate all'allenamento.

In Spagna si gareggia per la Coppa del Segre credo arrivata alla terza edizione. Formula interessante con due gare una a Ponts e l'altra a La Seu d'Urgell. Si gareggia su una manche di qualifica e una di finale si sommano le due prove e si fa una classifica unica.
Nella prima giornata sono mancati in nomi più prestigiosi iberici che hanno preferito andare a Lee Valley a fare da forerunners nelle gare degli inglesi così come Jana Dukatova. 
Quindi sul canale artificiale di Ponts hanno dominato i francesi con Labarelle/Peschier che prima in C2 hanno vinto e poi in C1 sono finiti rispettivamente terzo e primo. Secondo il portoghese José Carvalho allenato da un certo Peri Guerrero che per molti anni è stato responsabile del centro catalano del Parco del Segre. L'allenatore poco più che quarantenne, nato e cresciuto a La Seu d'Urgell,  è un raffinato conoscitore della pagaiata singola e di tutti i trucchi del mestiere. Poi per vari motivi ha lasciato il suo incarico in Spagna  e si dedica ora alla squadra portoghese con la quale inizia ad avere i primi risultati. 

Qui in Brasile stiamo soffrendo per problemi d'acqua e  molto probabilmente non riusciremo a disputare la terza gara. Le conferme del lavoro fatto comunque sono arrivate ora aspettiamo solo i mondiali di categoria (Junior e U23) e poi ci lanceremo nell'avventura Giochi Panamericani che ospiteranno per la prima volta lo slalom.

Buona Pasqua  a tutti e ... Occhio all'onda!

0 commenti:

Posta un commento