Curiosità sulle pagaie da k1 slalom

Nella foto le due pale Raab sovrapposte. 
Si può notare la differenza 
tra la XX12, in primo piano, e la XX14
Raab ha presentato la novità 2014 per quanto riguarda la sua produzione di pagaie per lo slalom. Infatti il costruttore ceco ha fatto una nuova versione della pala “XX12” che prende il nome di “XX14”. Sostanzialmente rimane uguale nella geometria della pala precedente, ma aumenta complessivamente del 5% la sua superficie. 
Per il momento nessuno dei grandi nomi che usano la sua pagaia ha deciso di passare alla nuova versione. In questi giorni è stato il basco che vive a La Seu d’Urgell, Joan Crespo, ha provarla ritenendosi soddisfatto. “Avevo problemi di lunghezza usando una 2o5 cm. Ora con questa nuova pala posso accorciare di qualche centimetro guadagnando in dinamicità, ma nello stesso tempo mantengo le stesse sensazioni di durezza in acqua”, ci spiega il più volte finalista mondiale dopo alcuni giorni di test. 
Lo stesso Raab preannuncia a breve una versione intermedia di questa pala che sarà indicata per le donne Junior.



Restando nello specifico Double Dutch ha presentato da qualche mese la “Nutron” una pala costituita da due pezzi dal peso complessivo di 750 grammi. Lo stesso sistema già visto usare da G-Power e che dà sicuramente alla pagaia una forte rigidità. L'inconveniente può essere quello che se si rompe una pala bisogna sostituire anche una parte di manico. Cosa che invece non si fa se la pagaia è costituita da tre pezzi e cioè due pale e un tubo.


C’è anche la versione, per tutte e tre queste case costruttrici, del sistema fissaggio centrale con un blocco. Questo permette di smontare la pala in due pezzi  e trasportarla con facilità. C’è la possibilità anche  di allungarla tra i 5 e i 10 cm.  e si può scegliere il grado dell’angolo di inclinazione delle pale. Il tutto con un solo morsetto.

Occhio all'onda! 

0 commenti:

Posta un commento