Libera il tuo istinto



Sarà un mondiale dai grandi numeri quello che ci apprestiamo a vivere, un campionato iridato junior e U23 che ha superato le più rosee delle aspettative con 45 nazioni presenti e oltre 500 partecipanti. In effetti si respira un’aria diversa rispetto ad un mondiale senior. C’è più leggerezza, c’è più freschezza ed effervescenza, c’è... difficile da mettere su queste righe, ma c’è effettivamente una luce luminosa verso il futuro. 
Ovunque ti giri ti accorgi che sarà un mondiale molto particolare. Sarà forse la nuova mega struttura appena finita del centro di canoa di Liptovsky, sarà il cielo misterioso che non sappiamo se ci porta sole o pioggia, caldo o freddo, nuvole o tempesta. Ma c’è la certezza che ci stanno aspettando momenti intensi da vivere quasi senza respirare tanto passeranno velocemente. Devo essere un pochino nervoso, lo sono sempre all’inizio di eventi così importanti, e Amur, che mi assiste e mi aiuta con i miei atleti, finge che sia tutto normale, ma in realtà è lei il mio termometro che tastandomi il polso mi chiede se va tutto bene. Vorrei avere la certezza che tutto possa andare per il meglio, ma non è così. Si inizia però a vivere quello che da tempo prepariamo e per cui lottiamo ogni giorno della nostra vita. Vorresti prendere i ragazzi per mano e rispiegare loro  ogni tappa da seguire, vorresti ripassare velocemente con loro quello che dovrebbero fare da domani a domenica. Non è così però che funziona. Quando sei ad un mondiale devi lasciare libero il tuo istinto e seguirlo. Se hai usato il tuo tempo per preparare questo momento saprai esattamente cosa fare. Saprai controllare le emozioni e usare la tua energia solo in senso positivo. Saprai trovare il lato più estroso di te stesso per non aver paura di esprimere quello che hai dentro, devi solo trovare la forza per farlo, crederci fino in fondo. Poi il resto verrà da sé. Noi allenatori comunque saremo al tuo fianco a gioire, a soffrire, a condividere, a consolarti, ma soprattutto saremo pronti quando sentirai il bisogno di una pacca sulla spalla o di una carezza o di un consiglio o di una parola. Tu però ascolta il tuo cuore e pagaia con lui per ogni colpo che ti sarà necessario in questi lunghi giorni di gara. Il sorriso poi farà il resto per regalarti la vera gioia della vita.  


class
U23
JUN
diff.
k1 MEN
85
83
-2
C1 WOMEN
30
32
2
C2
21
31
10
C1MEN
55
66
11
K1 WOMEN
53
64
11




TOTAL
244
276
520










Occhio all'onda! 

0 commenti:

Posta un commento