Qualifiche terminate per la Coppa del Mondo 2016



Le persone, la gente, il pubblico fanno dimenticare le carenze organizzative e il sole scalda la nostra giornata di qualifica con i tanti bimbi delle scuole che sono venuti qui a conoscere da vicino questo sport.
Slafkovsky non ne vuole sapere di fare porte in retro: preferisce cacciare  la punta in acqua tra la 9 e la 10, perdere tempo, ma persistere per la retta via! Finirà solo settimo lui che qui si gioca la vittoria finale di Coppa del Mondo.  Nei C1 nessuna sorpresa vince la qualifica l'argento di Rio 2016 in scioltezza seguito dall'uomo a stelle e strisce, mentre terzo è il fratello del campione olimpico nel k1 di Atene 2004... bel giochino di memoria ragazzi, un piccolo sforzo e capite di chi sto parlando! Alternativa cliccare qui e guardarsi le classifiche.
Sorpresa nel K1 maschile con l'eliminazione di Jakub Grigar che in prima manche si schianta letteralmente contro il muro del salto e divella la sua canoa. In seconda salta bene, ma subito dopo si mette a litigare con il palino interno della porta numero 1 e tra i due chi fa una brutta fine è proprio il fenomeno slovacco che così domani guarderà le semifinali dalle tribune. Anche Boris Neveu, che ho visto claudicante e che dorme in tenda lungo il fiume, deve passare per la seconda chance per passare il turno, non ha problemi vincendola, ma gli costa qualche fatica in più del previsto.
Anche per il settore femminile in ginocchio e seduto tutto nella norma Fox prima si piazza seconda in C1 dietro alla catalana di La Seu d'Urgell Vilarrubla e poi vince il K1 davanti alla padrona di casa Eva Tercelj.
Il C2 ci offre sempre grandi momenti anche se è chiarissimo che i più forti controllano le gare di qualifica con l'unico obiettivo di passare il turno senza affaticarsi.

Domani semifinali e finali per C1 men and women e per K1 men
 

Occhio all'onda! 









0 commenti:

Posta un commento