4 medaglie ad un mondiale: record uguagliato da Mallory Franklin

Io spero tanto che Mallory Franklin non me ne voglia se non ho ancora parlato di lei, ma lo faccio ora con immenso piacere perché le sue gesta sono sicuramente ispirazione per scrivere poemi di raffinata letteratura epica. I motivi per farlo sono tanti  primo fra tutti per quello che ha fatto vedere in Brasile sul canale Olimpico dove  ha gareggiato senza risparmiarsi e le sue 4 medaglie vinte ne sono la vera infinita e sublime conferma: oro nella gara a squadre nella canadese con le compagne Woods e Forrow,  due argenti individuali nel kayak e nella canadese e  bronzo nella gara a squadre in kayak con Pennie e Woods. Il secondo motivo per cui questa splendida e raffinata ragazza nata 24 anni fa a Windsor nel Berskire dove « the British Royal Family » ha una delle sue residenze ufficiali, è per quel suo elegante e raffinato stile di pagaiata che tanto mi riporta alla sua connazionale  Elizabeth Sharman, colei che io ho sempre considerato  una vera e propria regina dello slalom. Quindi la giovane Mallory, che ha avuto solo la sfortuna (mi verrebbe da dire qualcos’altro però!) di trovare sul suo cammino Jessica Fox, sicuramente eredita dalla Sharman infinita classe e stile e non solo in canoa. Se la più anziana britannica (campionessa del mondo K1 slalom 1983 e 1987) ha dimostrato la sua ecletticità anche sulla barca da velocità partecipando alle olimpiadi di Seul nel 1988 in K2 500 metri, la giovane Franklin di talento ne ha da vendere considerando la sua infinita bravura anche nella canadese monoposto, novità non certo per lei già campionessa del mondo lo scorso anno a Pau. Quest’anno in C1 in tutta la stagione ha avuto una sola défaillance (per dirla alla francese) nella gara di Cracovia dove non è entrata in finale, per il resto solo podi e successi finendo costantemente dietro alla sua coscritta australiana: le due infatti sono  distanziate dalla nascita di soli 8 giorni, e cioè Jessica Fox è nata l’11 giugno e Mallory il 19 giugno 1994.  
Mallory è stata un talento da subito infatti a soli 12 anni  era l’atleta più giovane di sempre ad entrare nella «UK's canoe-slalom Premier Division», ma certo non è stata fortunata considerando che dopo gli Europei di categoria nel 2013 ha avuto problemi con la sua schiena e l’anno successivo non ha partecipato ai mondiali negli States per un problema al ginocchio. Poi piano piano si è ripresa e oggi è la Mallory che tutti noi apprezziamo, capace di uguagliare il record di medaglie ad un mondiale assoluto cosa riuscita prima di lei solo a Fabien Lefevre a Bratislava nel 2011. E' sicuramente un esempio da imitare ed è oggi  una  protagonista assoluta nel settore femminile. E’  allenato dall’amico Craig Morrison, tecnico di raffinata sensibilità, e ovviamente fa parte di quel programma speciale che gli inglesi stanno portando avanti senza risparmio di sterline e mezzi.

A Rio il TEAM GB è salito sul podio sempre individuale e a squadre.  Unica assenza nel K1 uomini dove il loro campione olimpico in finale ha fatto  registrare il miglior tempo assoluto, ma le due penalità lo hanno piazzato solo in quinta posizione finale.

Occhio all’onda! 


Craig Morrison coach di Mallory Franklin.

0 commenti:

Posta un commento