Revisione penalità e quote olimpiche

prosegue da:  cosa prospetta lo slalom per il prossimo quadriennio olimpico - 2^



attraverso un monitor si può seguire che cosa sta succedendo nell"ufficio" del Chief Judge in relazione alla eventuale revisione delle decisioni arbitrali prese da giudici di porta sul percorso o dai Video Judges -


Mi soffermo ancora sulla revisione di eventuali penalità che con il sistema video offre ottime garanzie agli atleti per non esser penalizzati da eventuali errori di giudizio. Importante da parte dei tecnici e quindi dei vari Team Leader seguire ciò che si sta evolvendo  grazie alla visione diretta di  quello che "nell'ufficio" delle decisioni finali si sta elaborando. Uno schermo ti permette di vedere se ci sono revisioni di penalità e  quale successivo decorso hanno avuto. A questo punto in pratica non serve  più fare ricorso poiché il tutto è già stato rivisto e non cambierebbe in caso di "enquire" da parte della nazione richiedente.
Altro passo avanti si farà con l'eliminazione del cartaceo che fa perdere tempo e fa accumulare una montagna di documenti. Si pensa di risolverlo con un sistema informatico dove il giudice di porta addetto alla trasmissione dati indica su una figura dove c'è stato il tocco e passa automaticamente in rete in modo tale che il Giudice Arbitro Principale (Chief Judge) possa avere chiara la situazione  di com'è stata assegnata la penalità.

Rio 2016 è archiviato e  Tokyo 2020 è domani e bisogna già pensare ai criteri di qualificazione per la prossima edizione dei Giochi Olimpici. Fino ad oggi sono stati usati i Campionati del Mondo dell'anno precedente e poi i ripescaggi nelle prove Continentali. Oggi si sta pensando di dare più importanza ad un ranking che si potrebbe  fare con le gare di Coppa del Mondo e Campionati del Mondo in due anni consecutivi e cioè 2018/19, ma è tutto ancora da vedere e da capire. In realtà poco cambierebbe a mio avviso, anche se così facendo si darebbe maggior forza alle gare di Coppa , che attualmente vengono usate più per preparare mondiale e olimpiadi che per cercare un vero e proprio risultato finale in questa manifestazione.  I criteri selettivi per la qualifica Olimpica dovranno essere pronti per metà Ottobre 2017 e presentati per l'approvazione all'ICF a Novembre 2017 e successivamente  al CIO nei primi mesi del 2018. Tempi quindi stretti per prendere una decisione finale in questa materia sempre molto annosa e difficile

Per restare in tema Olimpico, che prevede la quota di 82 atleti equamente distribuiti tra uomini e donne, bisognerà anche  definire il programma per i 5 giorni di gare considerando il fatto che nei settori femminili ci potrebbero essere numerose atlete presenti sia in kayak che nella canadese. Quindi ci potranno essere 24 K1 uomini e donne, mentre la quota per C1 uomini e donne dovrebbe essere di 17. Potrebbero aprirsi la possibilità di aumentare i numeri nel momento in cui ci saranno donne o uomini che parteciperanno sia in K1 che in C1. Cosa fattibile per le quote in rosa, meno per i maschietti! Finali sempre a 10 passaggi in semifinali per 15 k1 e 12 C1. 

Parlando della Coppa del Mondo c'è stata una proposta da parte del tecnico francese che è impegnato da alcuni anni ad allenare la Russia,  ne parleremo nei giorni seguenti. 


Nel frattempo se ci fossero domande o richiesta di approfondimenti basterà chiedere, interessante sarebbe aprire un forum su questi temi  -

                                                                  ....prosegue 


Situazione di qualificazione olimpica paragonata tra i due criteri selettivi e cioè tra ICF OG - RANKING o Worlds

0 commenti:

Posta un commento