Ultima tappa di Coppa del Mondo di Slalom






Siamo arrivati anche al gran finale di Coppa del Mondo con la gara di Bratislava. Una Coppa che sul rush finale lascia aperte tutte le porte a possibili vincitori.  
L’unica categoria in cui la coppa è praticamente già assegnata, se pur non matematicamente, è nella canadese femminile. Infatti a Jessica Fox basterà scendere in qualifica per portarsi a casa il titolo che l’anno scorso fu della sua collega Rosalyn Lawrence. Nel 2012 l’argento di Londra partecipò solo alla gara di Cardiff e poi archiviò la specialità per concentrarsi solo nel kayak al fine di preparare al meglio le Olimpiadi. La scelta, a giochi fatti, fu pienamente azzeccata! Quest’anno la figlia dei grandi campioni Richard e Myriam ha vinto tre gare su quattro e all’esordio in Galles fu seconda come nel 2012. Il bello è che sempre Jessica Fox è la candidata numero uno a vincere pure nel kayak femminile. Se la cosa dovesse succedere ci sarà molto da riflettere. Attualmente ha 169 punti ed è leader provvisoria con una vittoria a Tacen, un quinto posto a Cardiff in esordio di stagione, poi ad Augsburg 13esima, fuori dalla finale se pur con il terzo miglior tempo, ma con 6 penalità, troppe anche per lei per passare il turno. A La Seu D’Urgell conquistò la 10ˆ posizione  in finale anche, qui con troppe penalità per salire sul podio. La seconda è Eva Tercelj a 11 punti. La slovena aveva vinto in Spagna con una prova magistrale. In casa poi ha preso un bronzo importante per lei considerando il fatto che le ha permesso di rimanere in gioco per la vittoria finale. 

Ancora in corsa ci possono essere
Violetta Oblinger (sulla sinistra) con Jana Dukatova sugli
 spalti  del canale di Cunovo il giorno prima della qualifica
Dukatova a 156 punti e una gara da disputare sul suo canale e Jasmin Schornberg a 151. Queste quattro in teoria sono le più accreditate, mentre Corinna Kuhnle attualmente 5^ con 136 punti dovrebbe sperare in una totale catastrofe delle prime quattro.

Molto più incerto il risultato finale per il K1 uomini con tre tedeschi sul podio provvisorio: Dorlfer su tutti che ha vinto già la Coppa due volte (’05-’07) e  un Kauzer a cui non gli dispiacerebbe riprendersi per la terza volta l’ambita ampolla. Cosa riuscita fino ad oggi solo a Pau Radcliffe  (’98-’99-’00) e a Richard Fox (’88-’89-’91). In corsa matematica ancora anche il francese naturalizzato australiano Delfour e l’altro francese naturalizzato statunitense Lefevre. 
Nella canadese monoposto in teoria matematica sono molti di più i pretendenti  anche se poi si ridurranno a quattro e cioè Bercic, Tasiadis, Benus e Slafkovsky. 
Nella canadese doppia in pole-position i transalpini Klauss/Peche con 210 seguiti da Taljat/Bozic e da Skantar/Skantar. Ci saranno in gara anche i gemelloni Hochschorner, ma solamente per preparare il mondiale considerando il fatto che sono tagliati fuori dalla vittoria finale. Loro che di coppe nella loro cassaforte ne hanno già messe 10! 

Gare di qualifica venerdì.  Semifinali e finali tra sabato e domenica quando mancheranno solo tre settimane all’avvenimento clou dell’anno: i mondiali di Praga.

Occhio all’onda! 

0 commenti:

Posta un commento