Qualifiche archiviate nel migliore dei modi


Tutto come da copione, come si suol dire si sono scaldati i motori anche se la pista per la verità, già facile a vista, si è dimostrata ancora più banale e scontata. Comunque va bene così considerando il fatto che siamo a febbraio e la stagione 2017 sarà lunghissima molto di più di ogni altra con i mondiali a fine settembre.
Non trovo molte cose da aggiungere alle classifiche se non il fatto che bisogna sempre stare attenti ad ogni particolare e mai fidarsi dell’organizzazione tanto meno se vi capita di gareggiare da queste parti: controllate tutto compresi i tempi di gara!
Giornata alterna in campo meteorologico, abbiamo iniziato con il sole, poi nuvole, quindi gara sospesa per temporale con grandine, quindi finito su pioggia battente e con una serata ad analizzare tempi e video per preparare al meglio la semifinale e speriamo finali di sabato e di domenica.
Devo fare una rettifica a quanto scritto sul fatto che Martikan avrebbe guardato le gare da bordo pista. Il campione slovacco non ce l’ha fatta, si è infilato un pettorale ed è sceso alla grande.  Conseguenza di ciò:  tre slovacchi nei primi tre posti rispettivamente Benus, Martikan e il giallo nero Slafkovsky poi tutti gli altri dietro a rincorrere questi fenomeni.
Svelato pure il mistero di come Michelino sistema la sua canoa quando non è in acqua. Infatti è praticamente sospesa  con delle cinghie sulla tettoia che copre il porta canoe, come quella del figlio del sindaco di Liptovsky, ma se quest’ultimo supera il metro e 85 e la cosa a lui risulta facile altrettanto non si può dire per Martino che a stento arriva al metro e settanta. Se non hai altezza allora ci vuole testa e dopo tanta attesa abbiamo scoperto il trucco. . .  vi basterà guardare la foto qui sotto per capirlo!





QUI I VIDEO K1 DONNE - C1 UOMINI -
 

Occhio all’onda! 








0 commenti:

Posta un commento