Oltre allo spazio e al tempo

Cosa volete che vi dica, ma quando vedo Paola Cortellesi godo profondamente e se  poi canta "Miss Celie's Blues Sister" la cosa peggiora e sento vibrazioni in tutto il corpo. Bella, brava e simpatica e ieri sera alla festa dei "40 anni di Repubblica" è stata super con una grande interpretazione. Certo magari è anche facile strappare ad un vecchio allenatore come me qualche lacrimuccia tanto più se appena ripartito da casa. C'è l'aggravante  che quella canzone la collego automaticamente  a  "The color purlpe" in cui  la stessa   Celie (la protagonista interpretata da una superba Whoopi Goldberg nomination all'Oscar)  ci ricorda che:   

                "Time moves slowly, but passes quickly"

 ... sublime parafrasi della vita stessa che mi impedisce ancora di trattenere dentro di me le mille  emozioni che mi pervadono considerando che  recentissimamente ci ha lasciato in punta di piedi uno di noi con cui abbiamo  condiviso spazi e tempo in milonghe e in entusiasmanti lezioni di tango oltre a qualche buon piatto in casa di amici. 

Le persone però non sono solo fisicità, che inevitabilmente perdiamo con la nostra lontananza o divenuta. 
Le persone sono essenza  che vivono nei nostri respiri, che si inframmezzano tra un battito e l'altro del nostro cuore. 
Le persone si concretizzano in noi e superano le barriere del tempo e dello spazio.
Le persone sono abbracci che ci fanno riscoprire la semplicità e la gioia di condividere momenti tristi come questi per prendere forza dai  ricordi, dai sorrisi, dalle parole, anche poche e misurate, ma importanti e che ci accompagneranno  ogni giorno inconsciamente facendo parte sempre di noi per ogni giorno di vita che ci rimane. 
E a Nicola il nostro "Requiem aeternam dona eis Domine et lux perpetua luceat eis, requiescant in pace. Amen"







Occhio all'onda!

0 commenti:

Posta un commento