I canoisti prolificano

Alla partenza del canale olimpico di Penrith c'è una torretta che sarà alta poco più, poco meno di 10 metri. Dalla piattaforma in cima si può seguire praticamente quasi tutta la discesa degli atleti oltre ad avere un'ampia panoramica sull'area circostante.
Aspetto l'orario d'inizio allenamento per la mia atleta e lo sguardo è catturato dalle  tante mamme che con i rispettivi figli passeggiano all'interno della struttura mentre i loro compagni o mariti si allenano duramente.  C'è Kelly VanderBeek moglie di David Ford dal quale ha avuto il piccolo Cooper. I due hanno in comune una curiosità quella cioè di essere arrivati ai Giochi Olimpici quarti in due discipline ben diverse. Infatti Kelly è stata quarta a Torino nel 2006 nel super gigante vinto dall'austriaca Dorfmeister e la bionda moglie di Ford non mise al collo il bronzo per 03 decimi. Il marito invece su due manche accumulò un ritardo di un secondo e 59 distacco che non gli permise di  salire sul podio a Atene 2004 nel kayak maschile.
Poi c'è Dominika Antolová una modella slovacca sposata con Martin Alcin e dai due è nato Bentley, che per la verità non so esattamente se è il nome del figlio o del cane, credo però del figlio.  Con il gruppo mamme  anche Jania Kauzer moglie di Peter Kauzer. I due hanno una figlia Nola nata se non ricordo male nel 2012. Poi c'è Ivana la moglie di Matej Benus con i rispettivi due pargoli e la sorella del campione della canadese monoposto e cioè Dana Benusova ora signora Mann con il piccoletto nato ad agosto. Lei ha deciso di tornare in  barca dopo la pausa maternità per compiere il sogno della sua vita sportiva e cioè quello di partecipare alle Olimpiadi. Proprio lei che nel 2004 a 20anni aveva fatto da apripista ai Giochi ad Atene. Poi c'è anche il figlio di Daniele Molmenti  che si chiama Martino ed è accompagnato dalla mamma e dalla nonna materna.  Manca all'appello Cindy Pöschel la tedesca non ancora 27enne che ha avuto da poco un figlio e che ha ripreso ad allenarsi qui in Australia per preparare la stagione 2016 al meglio.  Mentre la teutonica pagaia ad accudire il figliolo ci pensa il marito che con il passeggino fa delle lunghe camminate sopra la collinetta circostante.
Inizia allenamento è ora il mio sguardo e la mia attenzione è tutta per Ana Satila  chiamata a fare un allenamentino non male: loops! Alla fine  saranno 11 le sue discese in  una ora di allenamento per un totale di 176 porte di cui 44 in risalita. Totale netto di lavoro 46 minuti e 20 frequenza media 141  a lei non rimane che fare un buon defaticamento e a me il compito di recuperare le varie cose e preparare la cena. 


Occhio all'onda!  


 

0 commenti:

Posta un commento