Percorso ridotto e qualche risalita in più per la 3^ prova di Coppa del Mondo di Slalom

 

C’erano solo due possibilità dopo che era chiaro a tutti che il tracciato di Tacen avrebbe subito una riduzione per il basso livello di acqua sul fiume. La prima era quella di far fare dei grandi "coast to coast"  agli atleti piazzando porte da un lato all’altro del canale, per cercare così di allungare un percorso che se oggi arriva ai 200 metri è veramente tanto. La seconda opzione era di  tirare in ballo il regolamento che offre la possibilità di piazzare fino ad 8 risalite e…così fu! Ora quante gare sono state disputate con il numero massimo di  risalite è arduo ricordarselo e oggi, facendo un sondaggio  con gli atleti più presenti nel circuito internazionale, non ne siamo venuti a capo. C’è chi dice tre, chi due e quindi  la cosa non è stata del tutto risolta. Confido nell’archivio video di Inaki Gomez (DT della Slovenia) che mi ha assicurato che appena possibile mi aggiornerà e io voi. A memoria ricordiamo  certamente a Praga nel 2017  (era da poco uscito il regolamento che permetteva ciò) e poi si mormora, rinfrescando la memoria, che pure a Lepzig qualche qualifica di Coppa sia stata fatta con 8 risalite.
Unica differenza però è che domani gli atleti avranno in totale da fare solo 18 porte di cui per l’appunto ben 8 in risalita. In sostanza per il 44,4% del tempo vedremo gli specialisti dello slalom transitare con la punta verso monte! Tracciatori sono Sebastian Schubert (in quota ICF) e Inaki Gomez (come coach locale).
La rosa dei partenti ha subito qualche variazione. Non c’è al via Ricarda Funk, ferma ancora per Covid, ma nel frattempo vediamo che posta sui social la sua attività fisica in casa, la ragazza non molla tanto più che ha il mondiale in casa a luglio e deve rimettersi presto. Non c’è neppure Aigner, fermo per lo stesso motivo della sua compagna di squadra. I francesi hanno portato le seconde scelte, se così si può dire, lasciando riposare chi sta preparando il mondiale. Manca anche qualche giovane che viceversa prepara il mondiale di categoria come Elena Borghi e Marta Bertoncelli.
E’ atteso un gran pubblico non per domani, giornata di qualifica, ma per sabato e domenica. I parcheggi predisposti ci fanno pensare che nel  week-end rivedremo tanta gente che a Lubiana sul canale di Tacen ha sempre animato la manifestazione in maniera pittorica e sonora.

Nel frattempo sembra che oggi l’ICF abbia trovato il proprio Segretario Generale che sarà, a partire da settembre, Richard Pettit. Per la verità si tratta di un ritorno dopo 5 anni nelle file dell’ICF dove aveva lavorato come manager dei media e delle comunicazioni, ma se devo essere sincero non ricordo in quel tempo grandi progressi in questa direzione da parte dell’organo internazionale. Si sa per certo che è britannico e ha 42 anni. Se ne era andato per lavorare al CIO dove sembra abbia maturato una grande esperienza… speriamo bene perché, come dico da tempo, ci vuole un rinnovamento se vogliamo alimentare il nostro mondo!

Occhio all’onda!

P.S.1 qui per seguire live dei risultati

P.S.2 un occhio domani anche a Ivrea per seguire il campionato italiano Under 23, nonchè ultima gara di selezione per i mondiali di categoria -  

 



 

0 commenti:

Posta un commento